fbpx

LinkedIn Ads: creare contenuti sponsorizzati

Se sei un’azienda o un libero professionista e vuoi farti notare non puoi non essere presente sulla piattaforma del lavoro di LinkedIn. Sappiamo che, se stiamo cercando potenziali clienti qualificati, LinkedIn è il posto perfetto per trovarli  e per farlo, oltre ad avere creato la pagina aziendale, dovrai fare qualche sponsorizzazione (LinkedIn Ads sono disponibili solo per profili aziendali). Anche LinkedIn mette a tua disposizione parecchi strumenti. Uno di questi è la possibilità di sponsorizzare i tuoi contenuti. Approfittando del coupon di 50€ gentilmente regalatomi da LinkedIn, ho sperimentato questo servizio per un mio cliente.

Vediamo allora come crearne una.

Clicchiamo sull’icona “prodotti” in alto a destra del menù e selezioniamo la voce “pubblicizza”. Da qui si viene reindirizzati alla landing page, andiamo avanti cliccando su “gestisci annunci”. Facciamo login con il nostro account e vi verrà chiesto che tipo di contenuto sponsorizzare.

Potete scegliere tra :

Contenuti sponsorizzati

Sono gli annunci che vediamo all’interno del nostro feed tra un post e l’altro. Sono utili per:

  • attirare nuovi follower sulla pagina
  • aumentare l’interesse
  • comparare su dispositivi mobili e tablet e desktop

Annunci di testo e immagini (sulla barra destra)

Gli annunci che vediamo nella  sidebar di destra.

Disponibili solo in versione desktop e sono:

  • facile da creare e personalizzare
  • altamente mirati, per un pubblico specifico
  • Ideale per campagne attente al budget

 

Messaggio inMail sponsorizzati

Annunci inviati direttamente nella posta degli utenti solo se sono membri attivi.

 

Una volta scelto il tipo di contenuto, vi verrà chiesto di inserire il nome della pagina aziendale per cui fate la sponsorizzazione.  Dopo di che scegliete la lingua del vostro target e l’azione da compiere quando l’annuncio verrà visualizzato.

Potete indirizzare i visitatori al sito web oppure farli compilare un modulo di acquisizione di contatto. Io ho scelto per questa volta di indirizzare gli utenti al sito web. Nella fase successiva potete finalmente impostare il target.

Chi è  il vostro target?

Quando avete scelto il post che volete sponsorizzare, vi troverete davanti alla schermata di impostazioni dell’audience. Questo è  passo importante per farsì che la vostra campagna abbia successo, quindi è importante che abbiate bene in  mente a chi vi state rivolgendo. Potere scegliere tra diverse impostazioni come: la zona, il nome dell’azienda, il settore, qualifica, funziona lavorativa ecc…

Togliamo la spunta da LinkedIn Audience Network (attualmente questa funzione è disponibile solo per  gli USA, Il Regno Unito, Canada, Australia, India, Singapore, e Nuova Zealanda.), che sostanzialmente è simile al circuito rete display di Adwords, ovvero tutti quei siti che ospitano banner sponsorizzati.

Imposta il budget

Una volta impostati tutti i paramentri necessari, clicchiamo su avanti e ora possiamo finalmente impostare il nostro budget.

Ci sono due opzioni disponibili: il CPC (cost per click), cioè pagate per ogni click ricevuto sull’annuncio e il CPM (click per 1000 impressioni), cioè pagherete fino alla soglia massima dell’offerta che avete impostato ogni 1000 visualizzazioni dell’annuncio indipendentemente dai click ricevuti.

Analizzare

Il campaign manager di Linkedin vi permette di tenere traccia dell’andamento della campagna, monitorando click, impressioni, costi, conversioni, azioni sociali, e in qualsiasi momento potete intervenire per correggere il budget. È importante tenere sotto controllo la performarce delle vostre campagne per capire cosa ha successo e cosa no.

Iscriviti alla newsletter
Puoi discriverti in qualsiasi momento

Condividi se hai trovato utile questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *